Donne, formazione e comunicazione digitale

Donne, formazione e comunicazione digitale

Si è concluso il Progetto FSE di Fondazione ENAC Veneto per l’aggiornamento professionale sulla contabilità a cui ho partecipato in qualità di formatrice per l’attività di coaching sulle competenze trasversali e come consulente di orientamento per i colloqui individuali. Il corso di formazione si è svolto online e ha visto la partecipazione di otto donne. Il tema della comunicazione digitale nella ricerca del lavoro è stato uno degli argomenti della nostra riflessione.


Rimango sempre colpita dalla capacità di mettersi in discussione e di rimettersi in gioco, dalla motivazione e dal desiderio di migliorarsi e di imparare, di donne che, non solo seguono la loro carriera e il loro sviluppo professionale con determinazione e responsabilità, ma che spesso contemporaneamente si occupano anche di importanti impegni familiari legati ai figli o a genitori anziani.

Ho conosciuto tantissime di queste donne, impegnate in progetti formativi per potersi presentare nel mercato del lavoro più preparate… e ogni volta è arricchente incontrarle e conoscerle, ascoltare le loro storie.

Ogni esperienza di formazione e orientamento di gruppo consente di affrontare temi di attualità legati al lavoro e quelli relativi alla promozione e presentazione di sé. Dal mio piccolo punto di osservazione posso vedere il mondo cambiare. Sulla soglia della Quinta rivoluzione industriale, mentre si parla di Comunicazione 4.0, anche la ricerca del lavoro si adegua, inevitabilmente. Venti anni fa molte persone trasalivano solo a sentir parlare di curriculum e di colloquio di lavoro. Oggi chi cerca lavoro sa di dover acquisire molte competenze trasversali che lo aiutino a muoversi non solo tra scrittura del cv e la preparazione alla selezione, ma anche tra parole inglesi (esiste la versione italiana of course!) e concetti quali networkingsocialself-marketingpersonal brandingpersonal storytellingLinkedIn …

In particolare durante gli incontri di gruppo del corso Up-Skilling ci siamo soffermate a riflettere sul significato di comunicare online. Se qualche anno fa l’attenzione era sull’importanza di imparare l’uso del computer e la navigazione su internet, oggi il focus è sulle opportunità offerte dalla comunicazione digitaleInternet e i social sono realtà irreversibili, con cui dobbiamo necessariamente confrontarci. Preso atto e fatto pace con la loro esistenza (e già questo non è sempre un passaggio automatico e indolore), è importante capire meglio possibile il loro funzionamento (diverso per ogni social) e il ruolo che possono avere nella ricerca del lavoro. Queste informazioni rappresentano la base su cui decidere 1. se vogliamo usare o meno gli strumenti online 2. come vogliamo usarli (cosa condividere e come interagire con gli altri).

Le parole chiave da considerare nella nostra strategia di (re)inserimento lavorativo sono: conoscenza delle opportunità offerte dalla rete, nelle loro potenzialità e nei loro limitilibertà di decidere quali strumenti corrispondono alla propria visione del mondo e del modo di definire e vivere le relazioni; capacità di valutare quali rispondono alle proprie esigenze e obiettiviresponsabilità nel loro utilizzo; consapevolezza delle ragioni e delle conseguenze delle scelte fatte.

Il mondo corre a una velocità vorticosa. Tanti restano indietro, arrancando, ma molti riescono a stare al passo… con il loro passo. Riuscendo a interpretare la contemporaneità secondo la loro voce, il loro stile, la loro personalità. Soprattutto la loro lentezza, come mi piace ricordare.

Progetti come questo di Fondazione ENAC servono a questo, perché oggi la formazione deve essere continua lungo tutto l’arco della vita e in ogni ambito. E questo le donne l’hanno ben compreso dal momento che spesso sono loro a riempire le aule dei corsi di formazione professionale, a tutte le età, investendo il loro tempo fra un lavoro e l’altro, tra un bambino e l’altro e durante la cura dei propri cari anziani in modo costruttivo e propositivo. Personalmente hanno tutta la mia stima. Perché vedo il sacrificio e l’amore con cui partecipano, studiano e si sostengono l’una con l’altra. La loro fiducia nel futuro è incoraggiante. Incoraggiano la mia fiducia.

Non c’è limite a ciò che noi donne possiamo realizzare. Michelle Obama

Care donne del corso Up-Skilling, buon lavoro a chi l’ha già trovato, buona ricerca alle altre e buona vita a tutte!

A presto

Rosalba